appuntamenti, dallaterraalcielo

La ricerca della vita nel cosmo, Letizia Davòli di TV2000 a Mirasole

Conferenza sull’esobiologia a cura della radioastronoma e giornalista  televisiva

Prosegue il ciclo di conferenze astronomico-scientifiche organizzate da AstroMirasole nell’ambito di Dalla Terra al Cielo, nella storica Abbazia di Mirasole, alle porte di Milano, con un interessante appuntamento organizzato in sinergia con l’Associazione Astronomica Pavese (AAPV). Conferenza astrofisica Milano esobiologia Mirasole Letizia Davòli

Sabato 22 dicembre, ore 18 (ingresso libero), sarà ospite Letizia Davòli, radioastronoma e giornalista dell’emittente TV2000, dove conduce la trasmissione “C’è Spazio”, nonché profonda conoscitrice del Progetto SETI, incentrato sulla ricerca di messaggi radio provenienti da eventuali intelligenze extraterrestri.

L’incontro, dal titolo La ricerca della Vita nel Cosmo, verterà intorno alle ultime frontiere dell’esobiologia e alla possibilità di forme di vita nell’Universo.

Presentazione conferenza (a cura di AstroMirasole)

Dal 1992, quando avvenne la prima scoperta confermata, ad oggi, gli astrofisici hanno individuato 3874 pianeti extrasolari, o esopianeti, vale a dire pianeti esterni al nostro Sistema Solare. Se fino al 2000 ne furono registrati solo 20, l’exploit che contraddistingue l’ultimo ventennio si deve ai progressi tecnologici nei metodi di osservazione indiretta e al lancio di missioni spaziali, su tutte la Kepler della NASA, partita nel 2009 e conclusasi lo scorso 30 ottobre. L’interesse di tale ambito d’indagine non si limita alla dimensione cosmologica, ma coinvolge l’esobiologia, la ricerca di forme di vita extraterrestri: infatti, qualora gli esopianeti sfoggino determinate caratteristiche fisiche, ad esempio una massa tale da esercitare una forza di gravità sufficiente al mantenimento di un’atmosfera, e orbitino nella “zona abitabile” intorno alla loro stella, dove le temperature non sono né troppo alte né troppo basse (requisiti variabili ma ovunque necessari per la presenza di acqua allo stato liquido), è plausibile che si diano condizioni favorevoli alla nascita e allo sviluppo della vita, almeno per come la conosce la biologia. Fece scalpore, a febbraio 2018, l’annuncio della NASA riguardante il sistema di TRAPPIST-1, una stella “nana rossa” a 40 anni luce dal nostro, composto da sette pianeti simili alla Terra, due dei quali, confermano gli ultimi studi, potenzialmente abitabili. Siamo soli nell’Universo?

Ti può interessare anche:

> come raggiungere le conferenze di AstroMirasole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...